Scinnute

Il periodo antecedente alla Settimana Santa di Trapani è preceduto dalle ” Scinnute ” ( Discesa )

Sei venerdì quaresimali, dove uno o più Gruppi Sacri, accompagnato dalla banda musicale, viene spostato al centro della chiesa, dove si celebra la Santa Messa, mentre prima e dopo la funzione religiosa la banda musicale intona all’esterno alcune marce funebri.

Originariamente quanto sopracitato avveniva nella chiesa di S.Michele, il rito della scinnuta prevedeva l’esposizione del gruppo di turno e del SS.Sacramento sin dal mattino, mentre nel pomeriggio si effettuava una predica.

La celebrazione della Santa Messa venne introdotta intorno agli anni ’70.

Le prime notizie di queste celebrazioni risalgono al 1653.

Dalle informazioni lasciateci da P.Benigno da S.Caterina scopriamo che nell’ 800 “…finalmente si predica con un gran concorso di popolo in tutti i sei Venerdì di Quaresima davanti a qualche mistero della Passione di Gesù “. Interrotte, a causa della seconda guerra mondiale, i scinnute ripresero nel 1964, secondo l’antico ordine di “discesa” dei gruppi. E quindi il primo venerdì era riservato al gruppo Gesù nell’ Orto di Getsemani, a cui nel dopoguerra subentrò, per motivi economici, la Caduta al Cedron, il secondo venerdì scendeva Gesù dinanzi ad Hanna, il terzo era La Coronazione di spine, sostituito anch’esso negli anni del dopoguerra dalla Flagellazione, quarto venerdì era La Sentenza, poi l’ Ascesa al Calvario, mentre la veneratissima statua di Maria Addolorata concludeva i sei venerdì quaresimali. Da ricordare due particolari ” scinnute ” che si celebrano il martedì dedicata alla Madre Pietà dei Massari ed il mercoledì della Madre Pietà del Popolo.